Menu

Bomba d'aereo ritrovata nei fondali di Patti, fatta esplodere

  • Scritto da  Redazione
  • Pubblicato in Cronaca
  • Letto 1737 volte

A individuarla è stato il sub pattese Mario Aiello, che ha immediatamente allertato la capitaneria di porto.

Una bomba d'aereo di 500 libbre risalente alla seconda guerra mondiale è stata rinvenuta dal sub Mario Aiello nei pressi dello scoglietto di Patti. Sul posto per le operazioni di brillamento i militari della capitaneria di porto di Milazzo e i palombari del nucleo SDAI di Augusta. L'ordigno bellico, di circa 120 centimetri, è stato trasportato in un lugo sicuro a oltre 300 metri di profondità e fatto brillare.

Per consentire di eseguire le operazioni di brillamento in utta sicurezza la capitaneria ha vietato la balneazione, il transito, la pesca e l’ancoraggio durante le ore in cui in mare si trovavano i militari.

Al fine di preservare l’incolumità di tutti coloro che frequentano lo scoglio di Patti, nonché per preservarne l’integrità paesaggistica, il comandante della capitaneria di porto di Milazzo ha predisposto un piano di bonifica ambientale di tutto il fondale adiacente la zona del ritrovamento e del successivo brillamento.

 

Torna in alto

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.