Si tratta di una vettura familiare. Il prezzo a partire da 14.500 euro.

In totale 129 esemplari, scatta foto e le pubblica su Facebook.

Giulia, l'auto che gli italiani possono ordinare presso tutte le concessionarie Alfa Romeo dal 3 di maggio, è la nuova 'arma' che FCA schiera nei mercati internazionali

I navigatori di ultima generazione con riconoscimento vocale dei comandi e indicazioni in base al traffico reale sbarcano sulla gamma DS, a cominciare dalla nuova DS 5. La vettura francese è, infatti, la prima del brand ad adottare il nuovo Connect Nav che prevede una serie di servizi di connessione di tipo ''live'', accessibili sfiorando direttamente lo schermo ''touch pad'' da 7'' del dispositivo, sistemato in plancia. Il DS Connect Nav comprende una scheda SIM con traffico dati inclusi e prevede la cosiddetta funzione ''mirror screen'', che permette di replicare lo schermo dello smartphone su quello della vettura, per utilizzare direttamente dal visore a centro plancia le applicazioni del telefonino che siano state rese compatibili per l'impiego in auto. Una soluzione che comporta minori distrazioni per chi guida e che al momento funziona con cellulari con sistema operativo Android e McOs. Tra le altre novità, da segnalare il controllo vocale del GPS.

Il nuovo navigatore dispone di aggiornamento gratuito a vita della cartografia. Ordinandolo, si ha diritto a tre anni di utilizzo senza spese dei servizi ''live'' e di Internet (dal quarto anno il canone parte da 60 euro ogni 12 mesi). Tra i vari servizi inclusi ci sono, appunto, il TomTom Traffic che fornisce informazioni sulla viabilità e suggerisce l'itinerario più rapido in base alle condizioni della viabilità, la localizzazione delle stazioni di servizio con indicazione dei prezzi, le informazioni meteo lungo la strada e a destinazione e la ricerca dei parcheggi liberi.

Il 'Dieselgate' che ha colpito il Gruppo Volkswagen non ferma la crescita del marchio Audi, che nel 2016 investirà 3 miliardi di euro - al netto delle manovre di ottimizzazione di costi e processi produttivi - ed entrerà in un nuovo segmento di mercato con il SUV compatto Q2. Lo ha dichiarato il CEO Rupert Stadler durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, annunciando anche l'arrivo del nuovo Q5 e specificando che la metà di questo investimento riguarderà gli stabilimenti di Ingolsatdt e Neckarsulm.

L'obiettivo è quello di sostenere la crescita del marchio dei 'quattro anelli', effettuando anche nuove assunzioni, in particolare nei settori dei motori alternativi, dei materiali leggeri e della Information Technology.

"Una parte significativa di questo investimento - ha precisato Stadler - sarà destinata alla mobilità alternativa, con il lancio, previsto per il 2018, del primo veicolo elettrico di serie del marchio". Quanto al resto della gamma, ci sarà un ampliamento che la porterà a contare 60 modelli entro il 2020.

Riguardo all'ottimizzazione dei costi e dei processi produttivi, non ci saranno particolari tagli, ma ogni investimento sarà accuratamente valutato. Come quello della nuova galleria del vento, la cui costruzione è stata rimandata di un anno dal Consiglio di amministrazione.

La cinque porte francese torna a mettere la divisa delle Forze dell'Ordine italiane. Quasi ottocento esemplari della Renault Clio saranno consegnati nel 2016 all'Arma dei Carabinieri. Renault Italia ha infatti annunciato di aver già consegnato 75 Renault Clio ai Carabinieri ma che, nell'ambito del piano di approvigionamento Consip 7, il totale delle Renault Clio dei Carabinieri che saranno consegnate entro il 2016 è di 746 unità.

La segmento B transalpina arriverà sulle strade italiane con un equipaggiamento esclusivamente sviluppato per le Forze dell'Ordine in due differenti motorizzazioni. Tutte le Renault Clio dei Carabinieri si basano sull'allestimento Wave e saranno spinte da un 1.5 dCi da 75 cavalli oppure da un 1.2 benzina da 75 cavalli. In entrambi i casi si tratta di vetture Euro 6 con cambio manuale a cinque rapporti, fatta eccezione per le 75 unità già consegnate che risultano conformi alla normativa anti inquinamento Euro 5.

Ogni Renault Clio dei Carabinieri avrà una dotazione specifica con accessori come i porta arma integrati con blocco a serratura, uno scrittoio con luce a Led e gli immancabili lampeggianti. La flotta di 746 Renault Clio sarà in dotazione ai Comandi di Stazione ed alle Tenenze di tutta Italia oltre che alle Compagnie di Intervento Operativo come vettura di supporto per i reparti territoriali.

 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.