I fatti si sarebbero verificati la notte di capodanno del 2013. Il legale dei tre condannati preannuncia ricorso.  

Tre poliziotti sono stati condannati dal giudice monocratico di Patti, Eleonora Vona, per le percosse inferte ad Alessandro Salmeri, 24 anni, di Gioiosa Marea (ME), arrestato la notte di Capodanno del 2013, quando una volante fermò Salmeri che stava discutendo animatamente con dei coetanei. I poliziotti arrestarono il diciannovenne per resistenza a pubblico ufficiale. Il giudice ha inflitto condanne da 4 a 5 anni, più di quanto chiesto dal pm e l'interdizione a 5 anni dai pubblici uffici. La famiglia del ragazzo e alcuni testimoni sostennero che gli agenti avrebbero dato schiaffi e pugni al ragazzo, ancor prima di farlo salire sulla volante. Lo stesso fermato ha denunciato i due poliziotti (Tindaro Bonsignore e Aurelio Schepisi) e un terzo collega, Massimo Mollica, che si trovava al posto di guardia al commissariato di Patti, sostenendo di aver ricevuto manganellate mentre si trovava negli uffici di polizia.

Ansa.it

Di seguito una nota dell'avv. Carmelo Favazzo, difensore dei tre poliziotti.

"In casi del genere, destinati ad avere un'eccezionale risonanza mediatica, a commento di sentenze di condanna a pene comprensibilmente severe, frequenti e scontate sono le frasi di circostanza, con cui ci si rammarica per una decisione che non si condivide ma si rispetta, anticipando la prossima impugnazione. Fuori da ogni ipocrisia di facciata, non esito a definire ingiusta la sentenza emessa dal Giudice monocratico nei confronti dei tre poliziotti del Commissariato di Patti, colpevoli solo di non essere riusciti, dopo aver arrestato in fragranza di reato per rissa e resistenza a pubblico ufficiale, a tutelare l'arrestato da palesi condotte autolesionistiche. Se questo è il prezzo che un servitore dello Stato deve pagare per aver adempiuto ad un proprio dovere, ritengo la deriva molto preoccupante. Certamente ingiusta, dunque, la sentenza di primo grado, ma ancora tutt'altro che chiusa la vicenda giudiziaria". 

Il Portale PattiOnLine.it utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.